Home » Open Factory

Cos’è Open Factory

“Open Factory” è il più importante opening di cultura industriale e manifatturiera: un’iniziativa, giunta alla sesta edizione, che punta ad aprire al grande pubblico un centinaio di imprese.

Dopo la pesantissima crisi che le imprese stanno attraversando e dopo le difficoltà che hanno avuto nei  momenti più difficili a far comprendere l’importanza sociale – prima ancora che economica – del fare impresa, aprire le porte delle fabbriche diventa un gesto fondamentale per far percepire l’importanza che esse hanno per il futuro del Paese.

Open Factory serve dunque a raccontare la propria azienda, a rafforzare il legame con la comunità e con i propri collaboratori, far percepire che anche in un momento di difficoltà le fabbriche sono un valore per tutti.

La sesta edizione si svolgerà domenica 29 novembre 2020.

Edizioni 2020: le due sezioni

Open Factory 2020 avrà due sezioni. La prima dedicata alle imprese che hanno contribuito attivamente ad affrontare il covid-19: tutte quelle imprese – che producono sale operatorie, letti e impianti per le sale di rianimazione, maschere e abbigliamento per operare in sicurezza, detergenti e igienizzanti – che hanno contribuito a combattere l’emergenza sanitaria che ha piegato l’Italia e il mondo intero. A questa sezione, si affiancherà quella generale dedicata a quelle aziende che, con grande fatica, hanno ripreso l’attività e vogliono raccontare e spiegare perché il lavoro, il fare impresa e la manifattura siano la vera forza di questo Paese.

IMG_2157
IMG-20181125-WA0060
Considi9
irinox2

Per le imprese partecipare è facile: come funziona

Tutte le imprese partecipanti aprono le proprie porte domenica 29 novembre, dalle 14 alle 19. Il pubblico dovrà registrarsi sul sito della manifestazione e l’elenco delle persone che parteciperanno sarà fornito per tempo all’azienda. Si possono definire turni di visita e un tetto massimo di persone per turno, a seconda delle disponibilità fisiche e organizzative dell’azienda stessa. 

L’azienda dovrà quindi solo farsi carico della gestione delle visite e di un eventuale aperitivo di benvenuto ai visitatori. L’azienda può promuovere l’evento su propri canali, per esempio per far partecipare i familiari dei dipendenti, i propri fornitori o clienti.

Perché partecipare a Open Factory

Il progetto “Open Factory” e le singole aziende partecipanti saranno protagonisti di una strategia di racconto e storytelling su diversi livelli:

  • mostrare alla comunità e alle istituzioni che la vostra fabbrica è un luogo sicuro, così da evitare i pregiudizi che hanno portato alla chiusura nei mesi scorsi
  • spiegare alla comunità che le fabbriche sono elemento di creazione di ricchezza diffusa e condivisa e che, nei prossimi mesi, le imprese devono essere sostenute per limitare i danni, anche occupazionali, della crisi
  • se la sua azienda ha contribuito in qualche modo a combattere il covid-19 (con donazioni, produzione di gel e mascherine, etc. etc.), mostrare alla popolazione e alle istituzioni quanto la vostra azienda ha fatto per la comunità e il territorio
  • coinvolgere i dipendenti, i collaboratori e i loro familiari, per ringraziarli degli sforzi fatti in questi mesi e per rafforzare ulteriormente l’orgoglio di lavorare per un’impresa che contribuisce al benessere della comunità

Cosa fare durante Open Factory

Ogni azienda protagonista sceglie le attività più adatte per raccontare la propria storia, la propria cultura e i propri valori. Nelle ultime cinque edizioni, le esperienze più interessanti per i visitatori sono risultate essere:

  • visite guidate all’interno degli stabilimenti produttivi (o nelle parti visitabili dell’azienda)
  • brevi illustrazioni di prodotti e/o servizi dell’azienda
  • presentazioni di libri o altri eventi di carattere culturale
  • laboratori e workshop, con attività mirate per i più piccoli
Carraro (16)
Lem1
IMG_0084
Snam1

Quanti visitatori aspettarsi

Il numero di visitatori varia in base alle capacità ricettive delle aziende e al target di pubblico che si intende coinvolgere. Vi citiamo alcuni casi delle edizioni passate:

  • Davines di Parma: 350 visitatori in 13 turni di visite guidate alla scoperta del Davines Village
  • Lago di Villa del Conte (PD): 1000 visitatori, suddivisi in visite alla produzione lean, laboratori di falegnameria per i bambini, corsi di design
  • Perugina: 200 persone a visitare il Museo Storico Perugina e assistere alle dimostrazioni dei Maestri della Scuola del Cioccolato
  • Carraro di Campodarsego (PD): 200 persone hanno partecipato al talk di apertura della manifestazione e 300 allo spettacolo teatrale che ha chiuso l’edizione 2019
  • Snam: 50 visitatori all’impianto di Sergnano in provincia di Cremona (capienza ridotta per motivi di sicurezza)

Cosa forniamo

Il nostro team:

  • fornisce tutto il supporto organizzativo e di consulenza, frutto dell’esperienza maturata in questi anni, in modo da aiutare voi e i vostri collaboratori a gestire la giornata
  • coordina tutta la campagna di comunicazione, dall’ufficio stampa centrale ai social media
  • gestisce il servizio di registrazione sul sito e l’interfaccia con il pubblico, in base al numero di turni definiti con l’azienda, fino al momento dell’inizio dell’evento
  • coordina la campagna di comunicazione nazionale
  • fornisce a ogni azienda un kit con tutti i materiali di comunicazione di Open Factory personalizzati con il logo dell’impresa

Il contributo di partecipazione

Per questa edizione, il contributo di partecipazione di ogni singola azienda è di 2.000 euro + IVA per i servizi indicati qui sopra.

Per informazioni

Dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 18.30
info@goodnet.it
T. 0490991240