Turismo enogastronomico e industriale. Alleanza tra Touring Club Italiano e ItalyPost su We Food e Open Factory

Le manifestazioni di turismo enogastronomico e industriale saranno co -promosse con l’obiettivo di rafforzare due segmenti del turismo culturale fino ad oggi poco valorizzati. I week end di esperienze nelle “fabbriche del gusto” saranno abbinati a visite a borghi e piccole città d’arte. A fine novembre aziende manifatturiere (e non solo) aperte per la giornata della cultura d’impresa

14 febbraio 2022

Scoprire 100 “Fabbriche del Gusto” dove si produce il meglio dell’enogastronomia italiana esplorando territori spesso fuori dai grandi circuiti turistici. Visitare fabbriche, aziende e musei d’impresa per scoprire la forza culturale, ancora prima che economica, del nostro made in Italy. In questi ambiti, Touring Club Italiano la più importante associazione nazionale per la promozione del turismo e dei territori e ItalyPost soggetto di riferimento per la crescita della cultura d’impresa hanno siglato un accordo per la promozione dei due eventi.

WeFood, il week end di turismo enogastronomico, che si svolgerà quest’anno in due edizioni, la prima in primavera dal 30 aprile al 1° maggio e la seconda in autunno dal 29 al 30 ottobre, punta a portare un pubblico qualificato, amante dei prodotti enogastronomici di qualità in laboratori artigiani, cantine, distillerie, musei del gusto e aziende per visitare gli impianti produttivi, partecipare a laboratori e assistere a show cooking e degustazioni, accompagnandoli con visite a borghi e piccole città d’arte di diverse provincie italiane.

Open Factory, invece, è la manifestazione di turismo industriale che apre le porte delle aziende italiane l’ultima domenica pomeriggio di novembre, e vede tra i promotori anche l’Economia del Corriere della Sera. Per la prossima edizione è prevista la partecipazione a livello nazionale di un centinaio di aziende di diversi settori manifatturieri ma anche di musei d’impresa e di aziende di servizi.

“Siamo molto felici di questa partnership con il Touring Club Italiano – dichiara il fondatore di ItalyPost Filiberto Zovico – perché contribuirà in maniera decisiva a rafforzare due segmenti del turismo culturale che, a differenza di quanto avviene in altri contesti europei, sono stati fino ad oggi poco valorizzati nel nostro Paese”.

“Crediamo – conclude Giulio Lattanzi, Direttore Generale del Touring Club Italiano – che la ripartenza, auspicando questa volta possa essere definitiva, passi attraverso questi eventi di incontro e conoscenza per rilanciare il turismo di qualità e rinnovare l’impegno della nostra associazione nel prenderci cura dell’Italia.”