— Via Generale Vaccari 18
41037 Montebello Vicentino (VI)
Medio Chiampo
Come arriva l’acqua potabile nelle nostre case? Che trattamenti subisce l’acqua usata prima di poter essere immessa nuovamente in natura? In occasione di Open Factory Medio Chiampo ha pensato di aprire le porte della propria azienda al territorio accompagnando i visitatori in un viaggio alla scoperta del mondo del servizio idrico, dall’erogazione dell’acqua potabile al servizio di depurazione civile e industriale

Medio Chiampo è una società a totale partecipazione pubblica che si occupa del servizio idrico integrato dei comuni di Montebello Vicentino, Zermeghedo e Gambellara. L’ ente gestisce circa 200 km di rete acquedottistica e fognaria e un impianto di depurazione equivalente a quello di una città di 500.000 abitanti, in grado di trattare i reflui industriali delle numerose aziende conciarie della zona. L’impianto, realizzato negli anni 80, è stato oggetto soprattutto negli ultimi anni di numerosi interventi di implementazione e di adeguamento per rendere sempre più efficiente il sistema di depurazione.

Oggi la società è in crescita e proiettata verso le sfide future grazie a collaborazioni con università ed enti di ricerca e a un piano di investimenti che coniuga sviluppo del territorio e salvaguardia dell’ambiente. L’agenda degli investimenti dei prossimi cinque anni prevede la realizzazione di un master plan che unisce l’aspetto tecnico-funzionale a quello di identità aziendale e armonizzazione con il territorio. Il progetto, già avviato, prevede il completamento dell’impianto con nuove vasche, la realizzazione di un laboratorio annesso all’impianto e di una nuova sede fortemente rappresentativa dell’azienda, il tutto inserito in un piano di riqualificazione e di mitigazione ambientale.


Il programma di domenica 24 novembre

Domenica 24 novembre, Il ritrovo è presso il Piazzale del Donatore a Montebello, non molto distante alla sede legale di Medio Chiampo, dove ci saranno dei minibus ad aspettare per iniziare il tour. La visita vera e propria parte però da una conceria, la Gea di Zermeghedo, una delle utenze industriali servite da Medio Chiampo. La seconda tappa è a Selva di Montebello; da qui ci si trasferirà all’impianto di depurazione, in località Fracanzana a Montebello. La visita si articolerà in tre momenti principali: illustrazione del ciclo di lavorazione, degli aggiornamenti tecnologici e strutturali realizzati negli ultimi anni, breve presentazione del master plan che ridisegnerà l’area; presentazione dell’impianto pilota per testare nuove tecnologie; spiegazione dell’innovativo impianto di abbattimento dell’idrogeno solforato frutto di una lunga sperimentazione finalizzata all’abbattimento degli odori. Il programma si conclude con la visita a un’altra utenza di Medio Chiampo, la cantina sociale Vitevis di Gambellara, dove avrete anche la possibilità di gustare un piccolo rinfresco. Anche nel caso della viticoltura, così come della concia, l’acqua è un elemento indispensabile. La cantina sociale di Gambellara rappresenta un’attività storica e un’eccellenza del territorio. Qui i visitatori potranno scoprire le origini vulcaniche delle nostre colline e come questo si riflette nel sapore unico di questi vini.

Le iscrizioni chiuderanno mercoledì 20 novembre alle ore 20.